AUTO: EUROPA, MERCATO SEMPRE PIU’ DEPRESSO, CALO DEL -27% A GENNAIO

13 Febbraio 2009, di Redazione Wall Street Italia

(ANSA) – ROMA, 13 FEB – Avvio d’anno in caduta per il mercato automobilistico europeo: le immatricolazioni hanno segnato un -27% a gennaio. In Italia, -32,6%. Un mercato cosi’ depresso non si registrava da vent’anni e si allunga a nove la striscia mensile negativa. Si tratta inoltre della flessione piu’ consistente da maggio. Fiat Group ha immatricolato in Europa occidentale (Ue a 15 piu’ Efta) 78.628 vetture nuove (-27%), ma la sua quota sale all’8,8% ed e’ quarta fra i costruttori scavalcando Gm e Renault.

Sopravvivere non e’ sufficiente: ci sono sempre grandi opportunita’ di guadagno. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

Calcolando l’Unione europea a 27 (compresi i nuovi stati membri), Fiat Group Automobiles ha immatricolato a gennaio 83.245 vetture nuove, segnando una flessione del 26% rispetto ad un anno fa. In Europa occidentale, il solo marchio Fiat ha immatricolato il mese scorso 62.465 unita’, in calo del 29,1% rispetto a gennaio 2008. Scende del 28,7% il marchio Lancia (a 7.824 unita’) mentre contiene il passivo (-2,5%, a 7.826 unita’) il brand Alfa Romeo. Tornando ai dati complessivi delle immatricolazioni, nell’Europa occidentale sono state 891.523 unita’, -26,5%. All’Islanda la maglia nera (-88,1%) e anche sui maggiori mercati della vecchia Europa si registrano cali a due cifre ad eccezione della Francia (-7,9%). La Germania scende del 14,2%, la Gran Bretagna del 30,9%, l’Italia del 32,6% e la Spagna del 41,6%. (ANSA).