Auto elettriche: il sogno di Di Maio, un milione di e-car entro 4 anni

26 Giugno 2018, di Mariangela Tessa

La storia non è nuova. In passato ci ha provato, senza successo, la Germania. Ora tocca all’Italia. Secondo di Bloomberg, il nuovo governo italiano avrebbe deciso di imprimere una scossa al mercato nazionale delle auto elettriche, ad oggi il meno dinamico d’Europa, mettendo in circolazione un milione di e-car entro il 2022.

La ricostruzione dell’agenzia stampa guarda alle dichiarazioni dell’entourage 5Stelle e allo sviluppo dell’elettrico promesso da Sergio Marchionne. Con Enel che guarda interessata ai possibili sviluppi.

Ma quanto costerebbe un progetto del genere? Conseguire un obiettivo simile, secondo quanto riporta l’agenzia stampa, costerà però una cifra enorme, nell’ordine di 9 miliardi di euro.

Il contratto di governo non precisa obiettivi specifici, ma il ministro del Lavoro e leader de i5 stelle, Luigi di Maio, ha menzionato l’ambizioso obiettivo riportato da Bloomberg, che compare anche nella piattaforma programmatica del suo partito.

Un portavoce ha confermato che il governo tenterà di raggiunge quel traguardo, che però pare poco realistico: lo scorso anno gli italiani hanno acquistato appena 2.600 vetture elettriche su un totale di due milioni di auto vendute. Ad oggi l’Associazione dei costruttori europei di auto (Acea) stima che nella penisola circolino meno di 5mila auto elettriche.