Auto: ANFIA, proseguono effetti negativi del “dopo incentivi”

1 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Calo a due cifre per il mercato auto nel mese di maggio, che con 163.700 unità immatricolate chiude a -13,8% rispetto a maggio 2009. Nei primi cinque mesi dell’anno le immatricolazioni complessive ammontano a 992.087 unità, il 7,9% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Si mantiene sugli stessi livelli di aprile, ovvero al 12%, la quota di penetrazione delle vetture ad alimentazione alternativa (era del 31% a marzo). Nei primi cinque mesi del 2010 la quota si attesta al 24,7% contro il 15,3% dello stesso periodo del 2009. L’84,3% delle vetture ad alimentazione alternativa immatricolate nel periodo gennaio-maggio 2010 appartiene ai segmenti A, B e C.1 “Nel mese di maggio, a conferma delle previsioni di ANFIA, assistiamo al secondo calo consecutivo del mercato da inizio anno, inaugurando così un trend negativo che si teme sia destinato a proseguire nei mesi a venire – ha commentato Eugenio Razelli, Presidente di ANFIA. Del resto l’andamento degli ordini parla chiaro: terminata la riserva accumulata a fine 2009 per effetto degli incentivi, che ha consentito di mantenere alti livelli di immatricolazioni nel primo trimestre 2010, gli ordini registrano un forte calo anche a maggio e sono in ribasso del 25% circa da inizio anno. E visto che la ripresa economica sembra farsi attendere, non possiamo aspettarci grossi miglioramenti nel breve termine. In conclusione, è probabile che a fine 2010 risulti almeno in parte vanificato il vantaggio in termini di impatto ambientale acquisito nel 2009, quando, grazie agli ecoincentivi, le vetture ad alimentazione alternativa sono arrivate a triplicare la propria quota sul totale immatricolato, contribuendo a un notevole ribasso della media ponderata delle emissioni di CO2 del venduto (da 144,8 g/km nel 2008 a 136,6 g/km)”. Per quanto riguarda gli ordini, sulla base di una prima anticipazione dello scambio di dati tra ANFIA e UNRAE, a maggio i contratti siglati sono stati 167.000, sfiorando il 12% in meno rispetto a maggio 2009. Nel consuntivo da inizio anno i contratti siglati sono circa 780.000, il 25% in meno rispetto ai primi cinque mesi del 2009. Per le marche nazionali a maggio le immatricolazioni complessive ammontano a 49.190 unità, con un calo del 25,1% rispetto a maggio 2009 e una quota del 30% sul totale immatricolato nel mese. Nei primi cinque mesi dell’anno le immatricolazioni crescono dell’1,1% per un totale di 310.957 unità.