Auto, ANFIA “calo ordini prospetta un 2011 difficile”

1 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “Anche a novembre il mercato dell’auto conferma le nostre previsioni, con volumi che ci riportano nuovamente indietro ai livelli del 1994-‘95 – ha dichiarato Eugenio Razelli, Presidente di ANFIA, a seguito dai dati pubblicati dal Ministero dei Trasporti. “La raccolta ordini da gennaio a novembre 2010 – prosegue Razelli – è in ribasso del 23% circa e nel solo mese di novembre di oltre il 20%, percentuali che prospettano un 2011 non facile almeno fino a marzo. Dopo il primo trimestre, si spera in una ripartenza, complici il risollevarsi della fiducia dei consumatori e una ripresa naturale del PIL”. “Per il momento, la crescita registrata anche a novembre dall’indice di fiducia dei consumatori rilevato dall’inchiesta mensile ISAE (Istituto di Studi e Analisi Economica), non tocca ancora il nostro comparto, visto che le valutazioni sul mercato dei beni durevoli rimangono improntate alla cautela”. Le previsioni di chiusura del 2010 per l’ANFIA restano intorno a 1.940.000 – 1.950.000 unità, ben al di sotto della media annuale di immatricolazioni dell’ultimo decennio (2000 – 2010), pari a 2.250.000 unità. Secondo una prima anticipazione dello scambio di dati tra ANFIA e UNRAE, a novembre i contratti siglati sono stati 160.000 (oltre il 20% in meno su novembre 2009) e nel cumulato da inizio anno 1.610.000, (circa il 23% rispetto ai primi undici mesi del 2009).