Australia, banca centrale è ottimista sul futuro

5 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La banca centrale dell’Australia guarda con fiducia al futuro e ritiene che l’intervento della Federal Reserve non possa che far bene all’economia del Paese che giace nell’Oceano Pacifico. La Reserve Bank of Australia, confermando previsioni di una solida crescita dell’economia, ha sottolineato che il raggiungimento della parità da parte del dollaro australiano nei confronti del biglietto verde è un fattore positivo. Ciò consentirà infatti di frenare l’elevata crescita dell’inflazione, che ha costretto la banca a rialzare i tassi di interesse al 4,75%. L’annuncio è stato fatto proprio all’inizio di questa settimana. Intanto, la crescita dell’economia australiana viene confermata al 3,75% nel 2011 ed al 4% nel 2012. L’inflazione dovrebbe invece attestarsi al 2,75% a metà 2012, dopo che la banca aveva indicato un livello del 3,25% a metà 2011. A sostenere la crescita dovrebbe contribuire l’export di ferro e carbone verso la Cina, mentre il rafforzamento della valuta locale dovrebbe tenere sotto controllo i prezzi alle importazioni e, dunque, l’inflazione.