Asta Spagna: rendimenti in forte calo, buona la domanda

17 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Madrid – Il Tesoro spagnolo ha fatto il pieno di titoli di stato a breve termine e ha dovuto sborsare una cifra di molto inferiore a quella dell’ultima emissione: collocato debito a un anno e un anno e mezzo per oltre 3,5 miliardi.

Nel dettaglio sono stati piazzati buoni a un anno per 2,6 miliardi e titoli a 18 mesi per 962 milioni. Nel primo caso i rendimenti sono calati al 3,918% dal 5,074% dell’asta del mese scorso, mentre nel secondo i tassi sono scesi dal 5,107% al 4,242%.

La domanda per ‘letras’ a un anno si e’ assestata nella parte alta della forchetta ed e’ risultata pari a 2,2 volte l’offerta, rapporto in questo caso invariato rispetto a giugno. La domanda per i titoli a 18 mesi, invece, e’ stata pari a 3,7 l’offerta, in calo rispetto all’asta precedente, dove si era registrato un rapporto tra domanda e offerta a quota 4,4.

Tra i temi principali che verranno affrontati al prossimo Eurogruppo del 0 luglio ci sara’ anche la questione della crisi in cui e’ impantanato il settore bancario spagnolo.