Asta Madrid: boom domanda, tassi in calo

13 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

(in aggiornamento)

Roma – Esito sopra le stime più ottimistiche per i titoli di stato offerti dalla Spagna. Madrid ha collocato titoli a 12 e 18 mesi , riuscendo a raccogliere un ammontare ben superiore al target, a fronte di rendimenti in flessione. Di fatto, Madrid è riuscita a piazzare bond per un valore di 4,94 miliardi di euro, ben al di sopra del target prefissato, pari a un massimo di 4,25 miliardi di euro.

I titoli di stato con scadenza a 12 mesi sono stati collocati per un valore di 3,44 miliardi di euro, a un rendimento medio del 4,050%, contro il 5,022% del collocamento precedente, avvenuto lo scorso 15 novembre.

Il bid to cover è stato di ben 3,14, a testimonianza del fatto che la domanda per questi bond si è più che triplicata, contro il bid-to-cover precedente di 2,13. Ancora più forte la richiesta dei bond con scadenza a 18 mesi: in questo caso la domanda si è quasi quintuplicata, con il bid-to-cover pari a 4,97 volte.

Subito dopo l’asta, i bond a scadenza nel breve hanno puntato verso l’alto, consentendo così al rendimento dei titokli a due anni di scendere di 14 punti base, al 4,34% Diversa la situazione sul fronte dei bond a maggiore scadenza. E lo spread a dieci anni Spagna-Germania è in calo dello 0,5% a 375 punti base, a fronte di un rendimento decennale che rimane comunque ancora in crescita, sebbene di appena lo 0,4%, al 5,81%.

Da segnalare che in mattinata sono stati resi noti anche i risultati dell’asta della Grecia, che ha emesso 1,625 miliardi di euro di titoli di stato con scadenza a sei mesi, a un tasso del 4,95%.