Asta Italia: rendimenti in calo, domanda buona

11 Ottobre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – L’Italia ha collocato 7 miliardi di euro di Bot a 12 mesi con rendimenti al 3,57%, in flessione contro il 4,153% della precedente asta, e con un un rapporto bid to cover all’1,88%, in miglioramento rispetto al precedente 1,53.

Emessi anche 2,5 miliardi di euro in Bot a tre mesi, con rendimenti all’1,73%, anche in questo calo a un valore inferiore rispetto agli yield precedenti, pari all’1,907%. In questo caso il bid to cover è stato pari a 3,05, decisamente migliore rispetto al rapporto pari a 1,86 dell’asta precedente.

Da segnalare la performance del mercato dei titoli di stato italiani a seguito dell’asta: i rendimenti italiani viaggiano al 5,585% – sempre molto più elevati di quelli spagnoli, che sono al 4,976%, e lo spread Italia-Germania si aggira attorno a quota 353 punti base, decisamente al rialzo rispetto allo spread Spagna-Germania, che è a 292 punti base.

Subito dopo l’esito dell’asta, il Financial Times commenta che “i risultati dell’asta dei titoli di stato italiani risultano positivi, anche se i rendimenti dei bond a un anno rimangono ben al di sopra dei prezzi attuali di mercato, pari al 3,23%”.