Asia Foundation pubblica il sondaggio del 2011 condotto presso la popolazione afgana

15 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Sebbene quasi la metà (46%) degli afgani ritenga che il proprio Paese si stia muovendo nella direzione giusta, il numero di rispondenti secondo cui l’Afganistan sarebbe sulla rotta sbagliata è il più elevato che sia mai stato registrato dal primo sondaggio a cura di Asia Foundation nel 2004. Secondo l’indagine pubblicata oggi da Asia Foundation, che ha sondato il parere di 6.348 cittadini afgani, più di un terzo (35%) dei rispondenti ritiene che le cose si stiano muovendo nella direzione sbagliata, menzionando la mancanza di sicurezza (compresi attentati, violenza e terrorismo) quale il motivo principale del pessimismo. Allo stesso tempo, il sondaggio registra che sono stati fatti progressi per quanto riguarda il soddisfacimento delle necessità quotidiane, ove i rispondenti si ritengono pienamente soddisfatti per quanto concerne l’accesso all’istruzione, all’acqua potabile e ai servizi sanitari. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

The Asia Foundationa San Francisco: Amy Ovalle, +1-415-743-3340aovalle@asiafound.orga San Francisco: Eelynn Sim, +1-415-743-3318esim@asiafound.orga New York: Brent Jones, +1-415-238-0969bjones@asiafound.org