Arthur D. Little sviluppa nuove soluzioni per il successo sostenibile dell’automobile connessa

7 Marzo 2012, di Redazione Wall Street Italia

Le tecnologie mobili stanno penetrando sempre più nell’industria automobilistica. L’e-mobility e l’uso efficiente delle risorse naturali stanno diventando sempre più importanti nel definire l’immagine degli OEM. Con una maggiore connettività mobile e la telematica che riporta in auge questo concetto, il più recente parere di Arthur D. Little “The Connected Car – Finally coming true?” (L’automobile connessa – sta finalmente diventando realtà?) spiega come gli OEM debbano creare oggi il quadro che permetta di superare gli ostacoli iniziali e ottenere un vantaggio competitivo in un mercato saturo. “Gli OEM si trovano davanti a un vero dilemma” ha affermato Andreas Gissler, Direttore del settore automobilistico, manifatturiero e di mobilità presso ADL. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Say CommunicationsSue Glanville/Cate BonthuysTel.: +44(0)[email protected]