Arthur D. Little: creare un vantaggio competitivo trasformando i dati in Intelligence

15 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

Nel mondo odierno, in cui il livello di rischi è elevato, prevedere problemi potenziali eliminandoli prima che accadano è l’ideale verso cui molti dirigenti si sforzano di arrivare. Mentre i contesti economici si muovono ad alta velocità, sfruttare al massimo le quote aumentate di mercato disponibile e i dati sui clienti ha raggiunto un’importanza critica per le aziende, stando alle ammonizioni di un nuovo rapporto della società di consulenza dirigenziale Arthur D. Little. Secondo il rapporto “The Art of Systematic Surveillance”, (l’arte della sorveglianza sistematica), molti dirigenti non colgono l’opportunità di utilizzare i dati a loro disposizione per prendere decisioni di importanza strategica, relegando invece questo a un compito di “data management” che viene eseguito dal Dipartimento IT. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Say CommunicationsSue Glanville/Jo GwaspariTel.: +44(0)2089716407/6423arthurdlittle@saycomms.co.uk