ARGENTINA: SILURATO IL PRESIDENTE BANCA CENTRALE

17 Settembre 2004, di Redazione Wall Street Italia

Il presidente argentino Nestor Kirchner ha esonerato oggi contro ogni previsione il presidente della Banca centrale, Alfonso Prat Gay, per le critiche da questo rivolte alla politica del ministro dell’economia Roberto Lavagna sul tema del debito estero privato in default.

Lo scrive il quotidiano economico Ambito Financiero. Nella sua edizione on line il giornale precisa che insieme a Prat Gay se ne va anche il suo vice, Pedro Lacoste. Il mandato dei vertici della Banca centrale, che deve essere approvato dal Senato, scade giovedì prossimo ed ora Kirchner deve indicare i suoi nuovi candidati.