APERTURA IN RIBASSO
PER LE BORSE AMERICANE

19 Maggio 2003, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di settimana in territorio negativo per l’azionario a stelle e strisce, dopo i rialzi delle ultime cinque ottave.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

A deprimere gli investitori sono i timori di scenari deflazionistici, dopo i dati allarmanti della scorsa settimana, e la corsa al ribasso del dollaro. Sulla scia delle dichiarazioni del ministro del Tesoro Snow, che confermano l’abbandono della politica della valuta forte, il biglietto verde ha sfondato anche la soglia psicologica di $1,17 contro l’euro, arrivando a toccare 1,1736. La moneta del Vecchio Continente supera cosi’ la quotazione del primo gennaio 1999, suo giorno di nascita, e si avvicina ai massimi storici di 1,1885.

Pesa anche la crisi delle banche giapponesi, che ha affossato la borsa di Tokyo.

Sul fronte macro si attende il Superindice economico di aprile, che sara’ comunicato alle 16:00 italiane (le 10:00 ora di New York).

Per quanto riguarda i profitti delle aziende, positive le indicazioni provenienti dal settore retail (RLX), con Campbell Soup (CPB – Nyse), Lowe’s (LOW – Nyse) e Toys “R” US (TOY – Nyse) che hanno registrato risultati superiori alle attese. Dopo la chiusura degli scambi, occhio ai numeri del colosso dell’hi-tech Agilent (A – Nyse), che anticipa la trimestrale della casa madre Hewlett-Packard (HPQ – Nyse).

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su TITOLI CALDI, in INSIDER.