Aon: domani a Milano convegno sul mercato assicurativo del credito

6 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Risk Management, Insurance and Reinsurance Brokerage , Human Capital & Management Consulting, Outsourcing In questo contesto l’Assicurazione del Credito è diventato un elemento fondamentale per una governance aziendale solida e diventa un valido sostegno commerciale poiché sostituisce costi imprevedibili con costi predeterminabili e controllabili. Di questo ed altro si discuterà domani 7 luglio a Milano durante il convegno “Crisi Finanziaria: La risposta del mercato assicurativo del Credito” organizzato da Aon in collaborazione con Unicredit Corporate Banking che è anche sponsor dell’evento. Aon, si legge in una nota è una società multinazionale leader nel settore del brokeraggio assicurativo e riassicurativo,ha sviluppato una divisione dedicata al ramo Credito che fornisce consulenza e assistenza alla propria clientela per l’identificazione, analisi e valutazione di tutte le problematiche inerenti i rischi dei crediti e ricerca sul mercato le migliori proposte di copertura assicurativa. Domani sarà terzo appuntamento, dopo Roma e Firenze, di un ciclo di convegni dedicati alla presentazione di questi importanti strumenti assicurativi per la tutela del credito. Obiettivo dell’incontro è fare il punto sulle risposte del settore assicurativo alle esigenze delle imprese in tema di gestione del rischio di credito, nel contesto economico derivante dalla crisi. Oggi, infatti, si impone l’urgenza, per le imprese, di disporre di strumenti gestionali del rischio di insolvenza che aiutino a ridurre i tempi di esposizione verso i clienti e migliorino la disponibilità di cash flow. Apriranno il convegno Uberto Ventura – Condirettore Generale di Aon Spa e Luca Manzoni – Responsabile Mercato Lombardia UniCredit Corporate Banking S.p.A. Samuel H. Pengel, Country Manager di Atradius Italia, commenta: “L’urgenza di tutelare i crediti commerciali ha spinto un numero sempre maggiore di imprese a manifestare un concreto interesse verso modalità gestionali del rischio di credito più attente e strutturate rispetto a prima della crisi economica. ” Riccardo Carradori, Amministratore Delegato Coface, commenta: “Supportare i Clienti: questa è stata la priorità di Coface in anni di grande turbolenza come il 2008 e il 2009.