Antofagasta, dimezza l’utile 2009

9 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Utili più che dimezzati per il gruppo minerario britannico, Antofagasta. Il 2009 infatti si è chiuso con un profitto in contrazione del 61% a 667,7 milioni di dollari. Calano anche i ricavi del 12,2% a 2,96 miliardi di dollari. La società ha fatto sapere che il calo dell’utile è dovuto principalmente alla flessione dei volumi e dei prezzi di mercato di rame e molibdeno. Nel dettaglio, la produzione di rame è scesa a 442.500 tonnellate nel 2009 contro le 477.700 del 2008 ed a fronte delle 433.000 previste dalla società. Per il 2010 il Gruppo prevede una produzione invariata. Intanto sulla piazza di Londra il titolo sta cedendo l’1,41% a 980p.