ANTITRUST: MONTI ATTACCA MICROSOFT

30 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Mario Monti, Commissario antitrust dell’Unione Europea, non teme i giganti americani. Dopo aver bloccato la fusione tra General Electric (GE – Nyse) e Honeywell International (HON – Nyse), Monti adesso attacca, di nuovo, il colosso informatico Microsoft (MSFT – Nasdaq).

La UE ha aperto un nuovo procedimento per pratiche illegali accusando Microsoft di voler dominare il mercato dei sistemi operativi per server di fascia bassa e di legare illegalmente il suo software Media Player al sistema operativo Windows.

“I network di server – ha detto Monti – sono il cuore del Web e quindi bisogna fare ogni sforzo possibile per prevenire la loro monopolizzazione tramite pratiche illegali.

Secondo gli analisti, che stanno ancora digerendo la notizia, la UE si è mossa perché le cause contro Microsoft negli Stati Uniti stanno andando troppo per le lunghe.

Il gigante informatico e’ infatti stato riconosciuto colpevole di aver approfittato della propria posizione di monopolio, anche se la corte d’appello ha ribaltato parte della sentenza, impedendo che la società venisse divisa in due. Il giudice che dovrà deliberare sui nuovi provvedimenti in merito alla posizione monopolistica di Microsoft è stato nominato la settimana scorsa.

La mossa di Monti precede di poche settimane l’introduzione del nuovo sistema operativo Windows XP. Gli analisti non pensano che il lancio di XP ad ottobre risentirà di queste nuove indagini da parte della UE.

La prima indagine UE su Microsoft, nel febbraio 2000, fu causata da una richiesta della concorrente Sun Microsystems (SUNW Nasdaq).

VEDI ARTICOLI WALL STREET ITALIA:



MICROSOFT:KOLLAR-KOTELLY IL NUOVO GIUDICE

ANTITRUST: MICROSOFT TORNA IN PRIMO GRADO

ANTITRUST: MICROSOFT PERDE IL SECONDO ROUND

ANTITRUST: MICROSOFT SI APPELLA ALLA CORTE SUPREMA