ANTITRUST: AOL SOTTO INCHIESTA DALL’EUROPA

19 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

America Online, il primo fornitore al mondo di accesso a Internet, ha ricevuto un altola’ da Bruxelles sulla fusione con Time Warner.

Le autorita’ di controllo hanno infatti avanzato pesanti riserve circa la possibilita’ di mantenere un regime di libera concorrenza nella distribuzione di musica su Internet, lasciando il mercato in balia del gigante multimediale.

Il comunicato dell’Unione Europea lascia aperta la decisione sino a ottobre, quando la commissione, presieduta dall’italiano Mario Monti, dovra’ decidere se approvare, approvare con riserva o bloccare la fusione.

“Il risultato della fusione con Time Warner sarebbe una corsia preferenziale per AOL sui diritti di distribuzione del repertorio musicale nella maggior parte dei Paesi membri dell’Unione Europea”, ha fatto sapere la commissione.

AOL ha offerto di diminuire partecipazioni e collaborazioni con il colosso europeo Bertlessmann, ma la commissione ha fatto sapere che un simile impegno sarebbe comunque “insufficiente” per evitare un palese conflitto di interessi.