ANTEPRIMA SUI MERCATI: CONGESTIONE…

4 Maggio 2006, di Redazione Wall Street Italia

CONGESTIONE SOTTO LE RESISTENZE

Seduta leggermente negativa per il Nasdaq C., che chiude a 2304 (- 0,25 %). Per mantenere una buona impostazione l’indice deve consolidare al di sopra di 2300/30. Il primo obiettivo della salita è l’area 2400/50, e quindi la resistenza chiave a 2500. Perdita di spinta sotto 2300/30, ma un segnale correttivo per le prossime settimane si avrebbe solo con la rottura del supporto in area 2240/50 (poco probabile).
Volatilità. Vxn 15,58: prosegue il movimento nell’intervallo 15 – 18. Positivo un consolidamento sotto 15,80-16, supporto critico a 15. Rinnovate tensioni solo sopra 17-18.
Mantenere le posizioni: possibili incrementi su correzioni in area 2210/40. Possibili alleggerimenti su salite in area 2410/40 e quindi in area 2485-2515.

Seduta lievemente negativa per il Dow Jones Ind., che chiude a 11400 (- 0,14 %). L’indice ha raggiunto la resistenza a 11400 e deve ora consolidare sopra 11200/250 per mantenere un’impostazione tonica: prossimo obiettivo il massimo storico a 11750 (sono possibili nuovi massimi nel 2006). Debolezza solo sotto 11050/150 e maggior negatività solo su discese al di sotto di 10850/950, poco probabile.
Mantenere le posizioni: possibili incrementi su correzioni in area 10875-10975. Possibili alleggerimenti su salite in area 11575/625 e quindi in area 11850/900.

Seduta moderatamente negativa per l’S&P’s 500, che chiude a 1308 (- 0,41 %). L’indice ha raggiunto l’obiettivo indicato, cioè la resistenza chiave in area 1315/25. Per mantenere un’impostazione tonica deve consolidare sopra 1295, anche se un segnale di maggior debolezza si avrebbe solo sotto 1275 (poco probabile), con obiettivo il supporto critico a 1245, dove dovrebbero comunque esserci ordini in acquisto. Il trend rimane positivo ed è possibile il superamento di 1315/25, con obiettivo 1350/60.
Volatilità. Vix 11,99. Dopo una salita verso i massimi a 13,35 toccati il 7-8 marzo scorsi il Vix si è stabilizzato, fornendo un segnale chiaramente distensivo (conferma sotto 11,40). Probabile prosecuzione del movimento laterale nel range 10,50 – 13,35. Rinnovate tensioni solo sopra 12,50, forti sopra 13,35/75.
Possibili incrementi su correzioni in area 1260/70. Possibili alleggerimenti su salite in area 1355/65 e quindi in area 1375/85.

Seduta negativa per il DJ EuroStoxx 50, che chiude a 3822 (- 1,04 %). L’indice sta stazionando in prossimità dei massimi dell’anno. Il superamento di 3900 fornirebbe un nuovo impulso rialzista, con obiettivo la soglia psicologica di resistenza a quota 4000, dove sono attese prese di beneficio. Perdita di spinta sotto 3775 ma un segnale di correzione si avrebbe solo con la rottura di 3730 e quindi del forte supporto a 3670. Un forte segnale di debolezza si avrebbe poi solo su ritorni al di sotto di 3575-3600 (poco probabile).
Acquistare su discese in area 3790-3820; 3700/30; 3620/50. Acquistare anche sulla forza su salite a 3905. Possibili alleggerimenti su salite in area 3970-4000.

DISCLAIMER

Il presente documento deve essere inteso come fonte di informazione e non può, in nessun caso, essere considerato un’offerta o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di prodotti finanziari. Le informazioni contenute in questo documento sono frutto di notizie e opinioni che possono essere modificate in qualsiasi momento senza preavviso.

Il Gruppo Banca Sella comprende società di intermediazione abilitate a fornire vari servizi di investimento. Pertanto, Finanziaria Bansel S.p.A. o le sue controllate, potrebbero detenere posizioni o eseguire operazioni sui prodotti finanziari nominati nel presente documento oppure potrebbero prestare attività bancarie, ivi compresa l’erogazione del credito, nonché fornire servizi bancari, servizi di investimento e accessori agli emittenti di detti prodotti finanziari.
Conseguentemente, si segnala, ai sensi dell’art.69 comma 1, punto c, del Regolamento Emittenti della Consob e/o sue successive modificazioni ed integrazioni, che Finanziaria Bansel S.p.A. può avere, direttamente o indirettamente, un interesse o un interesse in conflitto anche derivante da rapporti di Gruppo, dalla prestazione congiunta di più servizi, o da altri rapporti di affari propri o di società del Gruppo riguardo agli emittenti, ai prodotti finanziari o alle operazioni oggetto di analisi contenute nel presente documento.