Ansaldo +7,5%: aumenta il numero dei pretendenti

16 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Milano – Ansaldo Sts (non smette di correre a piazza Affari, complici le nuove indiscrezioni secondo cui oltre a General Electric anche Alstom avrebbe chiesto di esaminare il dossier della divisione trasporti di Finmeccanica. Si parla anche di un possibile interesse da parte di Bombardier che, notano gli analisti di Equita, è già partner commerciale di AnsaldoBreda per i treni ad alta velocità in Italia.

“Confermiamo la nostra idea che la probabilità di un M&A deal per la divisione trasporti sia elevata”, affermano gli esperti che su Ansaldo Sts hanno un rating buy con un target price a 9,5 euro.

“Se questa speculazione si dimostrasse vera, è chiaramente difficile stimare il premio che potrebbe essere pagato”, sottolineano in una nota di oggi gli analisti di Unicredit(rating hold e target price a 11 euro confermati sul titolo).

Da una parte il premio teorico del 20% implicito nell’attuale prezzo di mercato di Ansaldo Sts “potrebbe sembrare modesto”, aggiungono a Unicredit. Proprio come esercizio puramente teorico: ipotizzando un 30% di premio rispetto alla media dei competitor questo significherebbe un target di P/E 2012 di 10,7 volte, che si tradurrebbe in un valore di circa 7 euro per azione.

Dall’altra parte, “riteniamo che valga la pena sottolineare che General Electric originariamente si è interessata solo di Ansaldo Sts. Quindi, se Finmeccanica sta cercando di includere la cessione di AnsaldoBreda in questo affare si potrebbe forse avere qualche impatto negativo sul prezzo offerto per Sts”, precisano gli esperti della banca. E’ anche vero che se i pretendenti aumentano è possibile che si arrivi a una gara al rialzo a tutto vantaggio di Finmeccanica.

“Notiamo che, prima di queste voci, la partecipazione detenuta in Ansaldo Sts stava contribuendo approssimativamente per il 12% al valore di mercato di Finmeccanica, il che significa che la sensibilità del prezzo di Finmeccanica è circa +/-1,2% per ogni variazione del 10% del prezzo di mercato di Ansaldo Sts”, osserva ancora Unicredit (hold e target a 7,70 euro su Finmeccanica). Questo significa anche che la performance di mercoledì del titolo sconta non solo un forte premio da pagare per la partecipazione in Ansaldo Sts, ma anche condizioni interessanti per la vendita di Ansaldo Breda”.

A dare slancio comunque all’azione Ansaldo Sts è anche la notizia che la società si è aggiudicata nuovi ordini per 183 milioni di euro, di cui 122 milioni relativi ai vagoni per la nuova linea metro di Copenaghen, prodotti da Ansaldo Breda ma commissionati ad Ansaldo Sts. La commessa dalla Danimarca ha infatti un’alta redditività ed è quindi positivo il suo arrivo, dall’altra parte, la società si trova ad avere maggiori responsabilità con il cliente.