ANOMALIA TUTTA ITALIANA: DIVARIO NORD-SUD ENORME

18 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il divario economico tra Sud e Nord in Italia e’ un caso unico in tutta Europa. Nel Meridione il Pil per abitante e’ inferiore al 60% di quello delle regioni del Centro-Nord. E’ quanto emerge da un rapporto di Bankitalia.

Anche la crescita dell’occupazione e’ stata inferiore nel Mezzogiorno, dove il 20% del lavoro e’ irregolare e sono tornati a intensificarsi i flussi migratori dal Meridione al Nord, fenomeno che riguarda soprattutto i giovani con elevati livelli di scolarizzazione.

Al Sud i contratti integrativi sono piu’ ‘leggeri’ rispetto a quelli firmati al Centro-Nord. La componente aziendale della retribuzione e’ al Sud del 5-6% inferiore per gli operai, di 8-9% per gli impiegati.

Bankitalia osserva poi che ‘la criminalita’ altera gravemente le condizioni di concorrenza: condiziona anche il comportamento delle imprese legali; impone costi diretti, come le estorsioni, e indiretti, come l’obbligo di assunzione di personale o la non interferenza in taluni appalti’.

Inoltre ‘la criminalita’ influenza anche i costi del credito, piu’ elevati di quelli del Centro-Nord’, piu’ alti di quelli del Centro-Nord’ e la sua presenza ‘accresce significativamente i tassi di interesse praticati alle imprese’.