Anima: a settembre raccolta di risparmio gestito segna 233 milioni di euro

8 Ottobre 2019, di Alessandra Caparello

Segno più a settembre per la raccolta netta di risparmio gestito per il gruppo Anima che, escluse le deleghe assicurative di ramo I, segna circa 233 milioni di euro per un totale da inizio anno negativo per circa 126 milioni di euro.

A fine settembre le masse gestite complessive del Gruppo Anima, si legge nella nota, ammontano a oltre 189 miliardi di euro, in forte aumento rispetto al dato dello stesso mese dello scorso anno (103,4 miliardi di euro).

“Il nostro mese di settembre registra un dato di raccolta decisamente positivo, guidato in particolare dalla nuova produzione assicurativa di tipo unit-linked; in un contesto che resta caratterizzato da tassi di interesse sostanzialmente azzerati, risulta fondamentale disporre di una ampia gamma di proposte di investimento (fondi comuni, gestioni e prodotti assicurativi) e di una distintiva capacità di servizio ed assistenza per le reti partner che si relazionano con la clientela”, ha commentato Marco Carreri, Amministratore Delegato di ANIMA Holding.

Il gruppo leader in Italia dell’industria del risparmio gestito ha anche comunicato l’avvio di un processo per l’emissione e il collocamento presso investitori qualificati di un prestito obbligazionario non convertibile senior unsecured di importo fino a 300 milioni di Euro. Le obbligazioni sono rivolte esclusivamente a investitori qualificati in Italia e all’estero e non saranno offerte o vendute negli Stati Uniti d’America, Canada, Australia, Giappone o in qualsiasi altro paese nel quale l’offerta o la vendita delle obbligazioni siano vietate ai sensi delle leggi applicabili.