Borse allarmate da tweet di Trump sulla Corea

30 Agosto 2017, di Daniele Chicca

A rovinare l’andamento positivo delle Borse è bastato un tweet di Donald Trump che ha risvegliato i mercati dal torpore, innervosendoli. Oggi le turbolenze di inizio settimana dovute in particolare alle tensioni geopolitiche in Corea del Nord sembravano essere ormai alle spalle, ma poi il presidente degli Stati Uniti ha scritto che il suo paese dovrebbe smettere di dialogare: “Gli Usa stanno parlando con la Corea del Nord e da 25 anni stanno pagando denaro estorto. Il dialogo non è più la risposta!”.

Il Dow Jones, che a un certo punto cedeva anche 135 punti in una seduta molto debole per i rendimenti obbligazionari americani e il dollaro Usa, ha messo a segno una rimonta da record ieri, la più grande da dicembre. oggi però sembrano tornati dubbi sul fronte geopolitico e monetario. Il Pil ha fatto meglio delle stime, con una crescita del 3% nel secondo trimestre, ma secondo gli analisti tale crescita non è sostenibile.

Tra le Borse Usa, il guadagno intraday di 200 punti del Dow Jones rispetto ai minimi giornalieri è il migliore dal 7 dicembre dell’anno scorso, quando il paniere ha recuperato ben 320 punti. Tra le materie prime, sempre pesante l’andamento del petrolio, che paga le paure legate all’impatto che avrà lo stop imposto alle raffinerie del Texas dopo l’arrivo dell’uragano Harvey.

Lasciate qui commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti sulle Borse nel LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 30 Agosto 201710:10

Avvio in progresso di circa mezzo punto percentuale per Piazza Affari. Sul fronte obbligazionario lo spread tra Btp e Bund tedesco apre in lieve calo a 170,4 punti base (da 171 della chiusura di ieri), col rendimento del decennale italiano al 2,057%.

Daniele Chicca 30 Agosto 201710:10

Sul valutario dopo la corsa di ieri ai massimi di due anni e mezzo sul dollaro, l’euro è stabile nei confronti del biglietto verde nei primi scambi europei. La moneta unica passa di mano a 1,1967 dollari contro quota 1,1969 di ieri dopo la chiusura di Wall Street. La valuta europea è invece in rialzo nei confronti dello yen, con cui viene scambiata a 131,38 (contro 130,86 della quotazione di ieri della Bce).

Daniele Chicca 30 Agosto 201710:13

Tra le materie prime, le quotazioni del petrolio sono in calo, colpite dai timori di un prolungamento delle interruzioni delle raffinerie a causa del passaggio della tempesta tropicale Harvey nella costa meridionale deglI Stati Uniti. Il contratto sul Wti con consegna ad ottobre quota 46,33 dollari al barile, in calo di 11 centesimi. A Londra il Brent passa di mano a 51,79 dollari al barile (-21 cents).

L’oro guadagna terreno invece, sempre favorito da un contesto di avversione al rischio (anche se meno pronunciato quest’oggi rispetto a ieri). La situazione resta molto tesa dopo gli ultimi test missilistici della Corea del Nord. Il metallo prezioso con consegna immediata passa di mano a 1.313,42 dollari l’oncia (+0,3%), dopo essere arrivato ieri a toccare 1.326,08, i massimi da novembre.

Daniele Chicca 30 Agosto 201710:18

L’indice paneuropeo dell’azionario del continente è in rialzo di più di mezzo punto percentuale al momento. Pare essere stata superata in fretta la pioggia di vendite di ieri. Le piazze europee sono aiutate anche dalla rimonta di Wall Street e dalla seduta per lo più positiva in Asia.

Daniele Chicca 30 Agosto 201710:19

Sul fronte energetico, arrivano notizie di una chiusura degli oleodotti nel paese ricco di petrolio della Libia. Il blocco implica che verranno meno 360 barili al giorno di produzione. Tre sono i bacini petroliferi dove i lavori sono stati interrotti. Le perdite provocate dalle chiusure si aggirano intorno ai 160 milioni di dollari per ora.

Daniele Chicca 30 Agosto 201711:10

A Piazza Affari si mettono in evidenza Saras (+1,5%) e soprattutto Buzzi Unicem. Quest’ultima è favorita dal balzo della rivale tedesca HeidelbergCement, che a Francoforte guadagna il 3,1% dopo che gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno rivisto al rialzo il giudizio sul titolo portandolo a buy dal precedente hold, con target price a 85 euro. Kepler Cheuvreux vede un miglioramento della performance nel secondo semestre.

Daniele Chicca 30 Agosto 201712:33

Malgrado i dati positivi sulla fiducia nell’economia in Eurozona – ai massimi di un decennio – le Borse del continente hanno perso slancio a metà seduta. Pur rimanendo in territorio positivo, le piazze finanziarie principali scambiano con rialzi più ridotti rispetto a quelli fatti segnare nella prima parte della mattinata.

Connor Campbell, analista di mercato presso Spreadex, ha detto che il rimbalzo di mercoledì mattina ha perso forza con il passare delle ore. Secondo lui gli investitori probabilmente fanno fatica a trovare giustificazioni all’entusiasmo iniziale.

Daniele Chicca 30 Agosto 201712:36

Malgrado i dati positivi sulla fiducia nell’economia in Eurozona – ai massimi di un decennio – le Borse del continente europeo hanno perso slancio a metà seduta. Pur rimanendo in territorio positivo, le piazze finanziarie principali scambiano con rialzi più ridotti rispetto a quelli fatti segnare nella prima parte della mattinata.

Connor Campbell, analista di mercato presso Spreadex, ha detto che il rimbalzo di mercoledì mattina ha perso forza con il passare delle ore. Secondo lui gli investitori nei mercati europei probabilmente fanno fatica a trovare giustificazioni all’entusiasmo iniziale.

Daniele Chicca 30 Agosto 201713:32

I fattori di rischio geopolitico sembrano passati in secondo piano in Borsa, con i trader che si concentrano sulla pubblicazione del dato importante sul Pil Usa, alle 14.30 italiane. L’andamento dei future sui principali indici della Borsa Usa suggerisce che l’avvio a Wall Street sarà in rialzo.

Daniele Chicca 30 Agosto 201714:28

Continua la fase di recupero del dollaro dopo i cali delle ultime sedute. A spingere il biglietto verde contribuiscono gli ultimi dati macro. Il rapporto ADP sul mercato del lavoro, in particolare, ha evidenziato una situazione migliore del previsto. Sono stati infatti creati 237 mila i posti nel settore privato degli Stati Uniti questo mese: il dato è molto più alto del previsto. Le attese erano infatti per un risultato positivo di +185 mila unità.

È un bel segnale per l’azionario e per il dollaro quando mancano pochi minuti alla pubblicazione dei dati sul Pil americano e quando manca poco più di un’ora all’avvio di Wall Street. Il biglietto verde è salito ai massimi di due settimane sullo yen.

Daniele Chicca 30 Agosto 201714:30

Continua la fase di recupero del dollaro dopo i cali delle ultime sedute. A spingere il biglietto verde contribuiscono gli ultimi dati macro. Il rapporto ADP sul mercato del lavoro, in particolare, ha evidenziato una situazione migliore del previsto. Sono stati infatti creati 237 mila i posti nel settore privato degli Stati Uniti questo mese: il dato è più alto del previsto ed è il più elevato in cinque mesi. Le attese erano infatti per un risultato positivo di +185 mila unità.

È un bel segnale per l’azionario e per il dollaro quando mancano pochi minuti alla pubblicazione dei dati sul Pil americano e quando manca poco più di un’ora all’avvio di Wall Street. Sul Forex il biglietto verde è salito ai massimi di due settimane sullo yen.

Daniele Chicca 30 Agosto 201714:37

I fondamentali dell’economia Usa si dimostrano stabili, se non addirittura solidi. La maggiore economia al mondo ha registrato un’espansione dell’attività più intensa del previsto nel secondo trimestre. L’incremento è stato del 3% contro il +2,7% stimato dagli analisti. La lettura precedente era di +2,6%. Una crescita di questo tipo è difficilmente sostenibile a lungo termine.

La crescita è stata dell’1,2% nei primi tre mesi dell’anno. I consumi personali sono cresciuti del 3,3% contro le attese per una variazione positiva del 3%. L’indice dei prezzi del Pil è salito dell’1% come previsto. In linea con le attese anche l’indice PCE ‘core’ (+0,9%).

I mercati azionari sono piatti perdendo slancio perché alcuni trader temono che la Federal Reserve procederà con un rialzo dei tassi entro fine anno. Sul Forex il dollaro continua a muoversi in rialzo nei confronti delle principali valute rivali, salendo ai massimi di due settimane contro lo yen. Rispetto all’euro l’inversione rispetto ai valori di ieri è netta. Il cross euro dollaro è scivolato in area $1,19.

Daniele Chicca 30 Agosto 201715:33

Apertura senza infamia e senza lode per la Borsa americana.

Daniele Chicca 30 Agosto 201717:36

“Gli Usa stanno parlando con la Corea del Nord e da 25 anni stanno pagando denaro estorto. Il dialogo non è più la risposta!”. Le dichiarazioni del commander in chief Trump hanno spinto in ribasso i principali listini azionari della Borsa americana, che fino alle 15 italiane sembravano impostati – almeno a giudicare dall’andamento dei future Usa – per un’estensione dei guadagni della vigilia.

Daniele Chicca 30 Agosto 201717:55

Chiusura positiva per le Borse europee con gli investitori che non si sono fatti intimidere dalle parole di Trump sulla Corea del Nord e dal passo indietro di Wall Street.