Anasf diventa “esclusiva”, Bufi: “Pronti a nuove sfide”

6 Luglio 2018, di Alessandro Chiatto

“Siamo soddisfatti dell’esito di questo Congresso Straordinario, ora la nostra Associazione, recependo le indicazioni della Consob, ha tutte le carte in regola per continuare a rappresentare la categoria professionale dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. Ci aspettano nuove sfide, ma siamo pronti a guardare al futuro”. Parola del presidente di Anasf Maurizio Bufi (nella foto), a margine del Congresso straordinario dell’assoociazione, convocato per modificare lo Statuto per l’adeguamento alle variazioni normative relative all’Organismo di vigilanza e tenuta dell’Albo unico dei Consulenti Finanziari (Ocf), a seguito dell’emanazione del Regolamento Intermediari Consob 20307/2018.

Al Consiglio hanno partecipato, con diritto di voto, i delegati eletti all’ultimo Congresso Nazionale (il X, svoltosi a Perugia nel 2015), nonché, senza diritto di voto, i componenti attualmente in carica del Consiglio Nazionale, del Comitato Esecutivo, del Collegio dei Probiviri, i Coordinatori dei Comitati Territoriali, i membri, di nomina Anasf, di Ocf e i componenti il Comitato dei Garanti.

Alla luce della nuova articolazione dell’Albo unico nelle tre sezioni dedicate a consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, consulenti finanziari autonomi e società di consulenza finanziaria, il Regolamento Intermediari sancisce un criterio di esclusività della base associativa, in virtù del quale ciascuna associazione può avere tra i propri associati esclusivamente soggetti iscritti alla sezione di riferimento all’interno dell’Albo. Con le modifiche allo Statuto approvate oggi Anasf rappresenterà esclusivamente consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede e non anche le altre figure professionali che saranno iscritte all’Albo. Altra importante previsione del nuovo Regolamento Intermediari, anch’essa legata alla rappresentatività associativa e alla governance nell’Organismo, riguarda la necessità, per le singole associazioni di categoria, di raccogliere dai singoli associati una delega esclusiva ai fini della rappresentanza in ambito Ocf. Di seguito le modifiche statutarie più rilevanti ai fini dell’adeguamento alla normativa: Nell’articolo 1 dello Statuto Anasf si è indicato che possono chiedere l’iscrizione all’Anasf gli iscritti all’Albo – Sezione dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. Nell’articolo 3 si è specificato che la domanda di iscrizione implica conferimento all’Associazione di delega piena ed esclusiva alla rappresentanza verso Ocf. E’ stata approvata, inoltre, la possibilità per il Consiglio Nazionale di deliberare mediante voto epistolare in forma telematica sul Regolamento generale o eventuali regolamenti interni all’Associazione, qualora il Presidente del Consiglio Nazionale ravvisi motivi di urgenza e indifferibilità.