ANALISTI: CITIGROUP NELL’OCCHIO DEL CICLONE

31 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Un analista di Wall Street che decide chi sara’ il top management dell’azienda che copre…

E’ successo veramente. Jack Grubman, analista presso la banca d’affari Salomon Smith Barney (divisione del colosso finanziario Citigroup (C – Nyse), ha preso decisioni chiave per Global Crossing (GBXHQ – Nasdaq Pink Sheet) per ben due anni dopo il collocamento in borsa dell’azienda di fibre ottiche.

Lo riporta il quotidiano economico finanziario Wall Street Journal.

Secondo un’indagine aperta nei confronti della sua banca d’affari, Grubman, esperto di tlc, avrebbe raccomandato l’assunzione di un amministratore delegato e ha aiutato la societa’ in operazioni di fusione/acquisizione.

Sbarcata in borsa nell’agosto del 1998 (il sottoscrittore era propio Salomon), Global Crossing e’ ora in amministrazione controllata (“Chapter 11”).

Ora il procuratore generale dello stato di New York, Eliot Spitzer, ha aperto un’indagine per appurare se i bonus ricevuti da Grubman erano piu’ legati al suo ruolo di “consulente aziendale” che non a quello di analista.

Intanto, questi sono i fatti appurati:

– Grubman ha personalmente raccomandato l’assunzione, presso Global Crossing, di top manager come Robert Annunziata

– Grubman avrebbe agito come promotore finanziario personale per il presidente della societa’, Gary Winnick

– l’analista avrebbe agito come broker per gli accordi di ben due fusioni: una tra l’azienda e US West Inc., e l’altra, in un secondo momento, sempre tra l’azienda e Frontier Corp.

– Grubman avrebbe assunto ruoli simili, anche se in misura minore, per altre societa’ telecom come Worldcom (WCOM – Nasdaq) e Qwest Communications International (Q – Nyse)

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale, cliccando BOOK USA, , che trovate sul menu in cima alla pagina, nella sezione Mercati.