Amplifon, via libera Assemblea a conti 2009, dividendo a 0,033 euro

21 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’Assemblea degli Azionisti di Amplifon, Gruppo leader mondiale nella distribuzione ed applicazione di apparecchi acustici e dei servizi correlati, ha approvato in data odierna il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2009 e ha deliberato la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,033 per azione. Il dividendo sarà messo in pagamento con decorrenza dal 13 maggio 2010 (data di stacco della cedola n. 3 fissata al 10 maggio 2010). A seguito della scadenza del precedente mandato, l’Assemblea ha nominato, sulla base della lista presentata dall’azionista Ampliter N.V., il Consiglio di Amministrazione per il triennio 2010-2012. Di seguito i nominativi dei consiglieri nominati: Giampio Bracchi, Maurizio Costa, Anna Maria Formiggini, Susan Carol Holland, Franco Moscetti, Umberto Rosa, Vanni Emanuele Treves. I Consiglieri Giampio Bracchi, Maurizio Costa e Umberto Rosa dichiarano di essere in possesso dei requisiti di indipendenza secondo la normativa vigente ed il Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana. L’Assemblea degli Azionisti ha autorizzato un nuovo programma di acquisto di azioni proprie della durata di 18 mesi dalla data della deliberazione, per un massimo di n. 12.942.000 azioni ordinarie del valore nominale di Euro 0,02 (pari al 6,52% del capitale sociale alla data odierna) ad un prezzo non inferiore al 10% e non superiore del 10% rispetto al prezzo di riferimento registrato nel giorno di borsa precedente ogni singolo acquisto. L’Assemblea ha, inoltre, autorizzato l’alienazione, in tutto o in parte, delle azioni proprie possedute dalla società, senza limiti temporali, ad un corrispettivo non inferiore al 10% in meno rispetto al prezzo di riferimento che il titolo avrà registrato nella seduta del giorno precedente ogni singola cessione. L’Assemblea degli Azionisti ha approvato, in sede straordinaria, l’attribuzione al Consiglio di Amministrazione per il periodo di cinque anni dalla data della delibera, della facoltà di aumentare il capitale sociale a pagamento, in una o più volte, in via scindibile, per un ammontare nominale massimo di Euro 396.840 mediante emissione di massime n. 19.842.000 azioni ordinarie del valore nominale di Euro 0,02 ciascuna, da collocarsi esclusivamente presso terzi con esclusione del diritto di opzione per gli azionisti.