AMERICANI MAESTRI IN DEDUZIONE.
DELLE TASSE

23 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
Chi dice che la finanza creativa è il dominio degli italiani sbaglia. Anche gli americani non scherzano: basta dare un’occhiata alle dichiarazioni dei redditi (il Form 1040), sotto la voce deductible, detrazioni appunto, per vedere come i cittadini a stelle e strisce cerchino di «recuperare» qualche soldo dal fisco.

Gli esempi non mancano, come si nota visitando il sito www.kiplinger.com: a partire da un imprenditore che ha chiesto una detrazione sul cibo per i gatti. Si trattava di un business expense, dato che il soggetto in questione – proprietario di una discarica – sosteneva che i felini tenevano lontano topi e vipere, rendendo sicuro il luogo di lavoro. Detrazione approvata. Anche alcuni «viaggi d’affari» sono detraibili.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Secondo le norme vigenti, chi vola a Bermuda per una business convention può scaricarne i costi senza fornire alcuna prova del motivo lavorativo del viaggio. Un vantaggio che vale per diverse isole caraibiche, tra cui Barbados, Costa Rica, Repubblica Dominicana e Grenada (ma non per altre località più note sotto il profilo «lavorativo»).

Anche la cura del corpo merita qualche agevolazione fiscale soprattutto se il fisico è anche il principale strumento di lavoro. Come il caso di un bodybuilder professionale, che ha chiesto di poter detrarre i costi di olio per il corpo (necessario per competere nei concorsi) o quello di una ballerina «esotica», che ha dedotto il costo di un’operazione al seno. Per il fisco l’intervento era considerato come parte delle spese degli accessori per gli spettacoli.

Ma anche cose più banali possono ricevere un trattamento preferenziale: chi paga una babysitter per poter lavorare per un fondazione benefica può detrarre le spese di affidamento. Notevoli anche i deductible per le spese mediche. A un uomo che soffriva di enfisema, i medici hanno consigliato il nuoto e il paziente si è costruito una piscina in casa. Il fisco ha approvato la detrazione di tutte le spese, anche quelle di manutenzione.

Copyright © Bloomberg – Finanza&Mercati per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved