AMERICA’S CUP: ONORATO E LE RAGIONI DI UN INVESTIMENTO

15 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Milano, 15 mar – Vincenzo Onorato, presidente di Mascalzone Latino-Capitalia Team, ha presentato oggi a Milano il team che sta per affrontare la Louis Vuitton Cup, torneo di selezioni per l’America’s Cup. La sfida del Reale Yacht Club Canottieri Savoia era stata accettata il 9 marzo 2005 dal Defender Alinghi. “E’ noto a tutti – ha affermato Vincenzo Onorato – che l’America’s Cup è un volano che muove una grande quantità di denaro, con budget di spesa che, per alcuni team, superano ampiamente i 100 milioni di euro. Perché vi sarete chiesti – probabilmente molte volte – un’azienda o una società decidono di finanziare uno sport quale la vela ed in particolar modo un team che partecipa alla Coppa America?”. “Di risposte potrebbero essercene molte – ha continuato Onorato – perché un evento internazionale di questo livello può esporre a un vasto pubblico loghi e marchi, oppure perché lo sport della vela rappresenta una simbiosi perfetta tra agonismo e natura. Anche dal punto di vista economico finanziario la Coppa America ha un grande vantaggio rispetto, ad esempio, ad uno spot televisivo di pochi secondi, che costa un’enormità ed è sempre una cosa costruita artificialmente. Al contrario di un pubblicità televisiva in queste regate le barche rimangono in tv per ore e rappresentano un contenuto di verità che è proprio ed unico di questo evento”. “La lettura che mi piace dare – ha proseguito Onorato – è però legata anche alla passione. Rappresento e guido, infatti un team formato da oltre 100 persone che ha scelto, per passione, di dedicare due e più anni della sua vita a quella che apparentemente molti considerano solo una regata. In verità, però, l’America’s Cup è tutto quanto sopra e anche di più”.