ALLARME CREDITO PER LE IMPRESE ARTIGIANE

10 Luglio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Milano, 10 lug – Sempre più imprese artigiane chiedono denaro per far fronte ai debiti, soprattutto a quelli contratti con istituti di credito Questa la sintesi che scaturisce da una ricerca dell’Unione Artigiani della Provincia di Milano. I dati rilevano infatti che, al 30 giugno 2007, le richieste di finanziamento per ripianamento delle passività a breve e dei debiti verso banche e verso fornitori sono clamorosamente cresciute attestandosi al 28,74% del totale delle domande. Praticamente sono aumentate quasi del 70% visto che alla stessa data del 2006 rappresentavano il 17,6% del totale (l’8,6% del 2005). Per contro le richieste legate all’apertura di nuove attività scendono di circa il 25% attestandosi al 17,88% del totale delle domande (erano il 23,4% nel 2006) e calano seppur in misura minore anche quelle per acquisto di macchinari e attrezzature. I dati elaborati dall’Unione Artigiani arrivano dalla sua Cooperativa di Garanzia, la più importante sul territorio della provincia milanese e costituiscono un indicatore certamente attendibile delle difficoltà crescenti che le aziende del settore stanno incontrando.