ALLARME BCE: «BOLLA MONDIALE SUL MERCATO DEI BOND»

1 Giugno 2005, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo articolo esprime esclusivamente il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) – Rialzi record per i titoli di Stato del Vecchio Continente, mentre la Banca centrale europea, nel rapporto annuale sulla stabilità finanziaria di Eurolandia, lancia molteplici allarmi. «L’equilibrio finanziario di Eurolandia è molto delicato – hanno sottolineato dall’istituto guidato da Jean-Claude Trichet – Da una parte si è verificato un importante miglioramento nella capacità del sistema di assorbire disturbi avversi, ma dall’altra gli squilibri finanziari sono già abbastanza ampi e potrebbero allargarsi ulteriormente».

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Detto questo, la Bce ha precisato che «una sottovalutazione dei rischi ha spinto i prezzi dei bond e di altri asset a livello mondiale oltre il loro valore intrinseco». Secondo l’istituto di Francorte, poi, «una correzione di questi rialzi è possibile in futuro». In parole povere, le quotazioni dei titoli di Stato sarebbero cresciute oltre il dovuto e prima o poi imboccheranno la parabola discendente, anche in modo abbastanza brusco.

Nel frattempo, emergono incertezze in merito al fatto che Snia sia in grado, in futuro, di generare flussi di cassa tali da potere rimborsare le obbligazioni in emissione o da potere effettuare gli investimenti previsti dal piano industriale. «Laddove la società non fosse in grado, in futuro, di generare sufficienti flussi di cassa per fare fronte al proprio indebitamento, incluso il prestito obbligazionario, potrebbe essere necessario procedere a un rifinanziamento totale o parziale del debito ovvero alla cessione di alcune attività». Questo è quanto si legge nel prospetto informativo relativo all’aumento di capitale di Snia e all’emissione del bond convertibile: due operazioni che permetteranno al gruppo di raccogliere complessivamente 60 milioni.

Copyright © Finanza&Mercati per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved