Alitalia: vicina a diventare araba. Lufthansa protesta: “è aiuto di Stato”

3 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Lufthansa si scaglia contro il progetto di acquisizione di Alitalia da parte di Ethiad sostenendo che si tratterebbe di una forma di aiuto di Stato. ”Respingiamo le sovvenzioni a ripetizione e le nazionalizzazioni parziali delle compagnie aeree europee, indipendentemente dal fatto che provengano da stati comunitari e da sati o societa’ pubbliche al di fuori dell’Unione” scrive il vettore tedesco in una nota. Lufthansa fa ”appello alla Commissione europea affinche’ eviti queste tattiche evasive” delle regole della concorrenza. (ASCA)

________________

ROMA (WSI) – “Siamo nella fase più importante della trattativa, che parte questa settimana con lo scambio di informazioni per redigere insieme il nuovo piano industriale di Alitalia all’interno della logica Ethiad, per mettere in sicurezza l’azienda e guardare con serenità al futuro”.

Così l’amministratore delegato di Alitalia, Gabriele Del Torchio, intervistato a “L’Economia Prima di Tutto” su Radio1 Rai, in merito al rush finale di trattativa con gli arabi di Ethiad.

Ieri Alitalia e Etihad Airways hanno annunciato l`avvio della fase finale di una due diligence volta al possibile investimento di Etihad in Alitalia.

Nei prossimi 30 giorni entrambe le compagnie e i loro advisor stabiliranno come sviluppare una strategia comune per raggiungere gli obiettivi che i due vettori si sono prefissati.

La due diligence dovrà affrontare e risolvere tutti i temi che possano pregiudicare la definizione di un adeguato piano industriale, la cui completa realizzazione produrrà una redditività sostenibile per Alitalia. (TMNEWS)