Alert Spagna: rendimenti vicini ai livelli di non ritorno

28 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – La Spagna viene percepita sempre di piu’ come un paese a rischio e Madrid potrebbe pagare a caro prezzo l’incremento del nervosismo dei mercati, sotto forma del costo per chiedere denaro in prestito.

I rendimenti sui Bonos decennali sfiora ormai il 7%, soglia che in passato ha fatto scattare i piani di aiuto per Portogallo, Irlanda e Grecia. La Spagna e’ pero’ un pesce molto piu’ grosso.

A preoccupare e’ lo stato di salute del sistema bancario, affossato da una crisi immobiliare senza precedenti, e la possibilita’ di una nazionalizzazione completa del gruppo Bankia.

Oggi il tasso sui titoli a dieci anni e’ salito nuovamente sopra la soglia del 6,5%.

Finora il Tesoro spagnolo e’ riuscito a collocare sul mercato primario il 58% del debito previsto per il 2012, ma a interessi sempre piu’ elevati.