Alert: Italia sotto attacco, i CDS sul debito pubblico salgono ai massimi storici

4 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il CDS (credit default swap) a 5 anni della Repubblica Italiana e’ ancora in rialzo, ai nuovi massimi storici. Il derivato sale parallelamente all’aumento della sfiducia degli investitori (e speculatori) internazionali nei confronti del nostro paese, considerato uno degli anelli deboli della catena in Europa. Si tratta di un derivato molto discusso e controverso, che funge da copertura assicurativa sui titoli di stato in cui consiste il debito sovrano del paese. Sui CDS esiste una proposta della commissione di affari economici e monetari del Parlamento Ue (di cui WSI ha dato notizia in Italia) che vuole introdurre limitazioni e divieti, proprio perche’ sui CDS si sta esercitando la forte pressione degli speculatori globali come hedge funds e grandi banche.

Alle 15:15 la quotazione del CDS Italia sui circuiti elettronici risulta in netto rialzo, insieme ai CDS di Spagna, Portogallo e Ungheria, rispetto alle quotazioni di chiusura di ieri che erano gia’ sui massimi storici. Per non allarmare i nostri numerosi utenti non professionisti, forniamo i prezzi solo per gli abbonati a INSIDER quasi tutti gestori di fondi e money manager. Ai prezzi attuali cio’ significa che per assicurare $10 milioni di debito pubblico italiano contro un eventuale default del nostro paese, gli investitori istituzionali sono disposti oggi a pagare molte migliaia di dollari in piu’ rispetto a ieri.

Sui CDS leggere anche:
Alert: CDS Italia ai nuovi massimi. Il paese e’ sotto l’attacco della speculazione