Alert: Fmi smentisce voci su piano da 600 miliardi di euro per l’Italia

28 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Ginevra – Il Fondo Monetario Internazionale ha smentito che siano in corso trattative con le autorità italiane per la concessione di un fondo di aiuti al paese.

Ieri il quotidiano La Stampa aveva scritto che per dare ossigeno alle finanze italiane per un periodo di 18 mesi, il Fondo avrebbe messo a disposizione dell’Italia fino a 600 miliardi di euro ad un tasso del 4-5%.

“Non è in corso alcuna discussione con le autorità italiane su un programma di finanziamenti del Fmi” ha dichiarato un portavoce del fondo in un comunicato.

La squadra di ispettori del Fondo dovrebbe recarsi a Roma nei prossimi giorni ma non è stata annunciata nessuna data precisa.

Una simile somma, scrive ancora il quotidiano senza citare fonti, sarebbe superiore alle attuali capacità del Fondo e richiederebbe nuove misure come i diritti speciali di prelievo (Special Drawing Rights, SDR) o l’intervento della Bce.

La capacità di prestito attuale del fondo si aggira sui 400 miliardi di dollari. Fonti ufficiali a Roma hanno detto a Reuters di non essere a conoscenza di alcuna richiesta di aiuto dall’Italia.

I rendimenti italiani si trovano adesso nell’area che costrinse Grecia, Irlanda e Portogallo a richiedere aiuti internazionali e un’asta di massimi 8 miliardi di Btp in programma domani sarà un test cruciale.

Oggi il Tesoro colloca tra 500 e 750 milioni di euro del Btp settembre 2023 indicizzato all’inflazione.