ALERT CINA: BORSA -21% DA NOVEMBRE (MERCATO ORSO) RISCHI DA INFLAZIONE + BOLLA IMMOBILIARE

11 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Inflazione e bolla immobiliare. Sono queste le due parole chiave che hanno visto ancora una volta l’orso avere la meglio sul mercato azionario cinese mentre il governo si conferma alle prese con misure (come un ulteriore rialzo del costo dei prestiti) per combattere lo spettro della corsa di prezzi al consumo e del real estate. Lo scrive l’agenzia Bloomberg sul suo sito.

Lo Shanghai Composit Index ha oggi lasciato sul terreno l’1.9%, appesantito da banche e materie prime, dopo che l’inflazione ha registrato il maggior rialzo in 18 mesi (+2.8% annnuo il mese scorso) e i prezzi di case ed edifici in generale hanno fatto un balzo, su base annuale, del 12.8% ad aprile. Quest’ultimo e’ l’incremento piu’ alto dal luglio 2005.

Per proteggere il tuo patrimonio, segui INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!

“Se l’inflazione non verra’ contenuta, la banca centrale si trovera’ costretta ad alzare il costo del denaro”, ha detto Zhao Zifeng, il gestore del fondo China International Fund Management Co. con sede a Shanghai. “Abbiamo ancora bisogno di calibrare nei mesi prossimi i prezzi immobiliari. Sebbene misure di freno sia state adottate non molto tempo fa, politiche ancor piu’ restrittive potrebbero arrivare”, ha aggiunto.

Come riportato da Bloomberg, l’indice di riferimento cinese The Shanghai Composite Index e’ calato -1.9% a 2647.44, minimo degli ultimi 12 mesi. L’indice ha perso -21.0% da novembre, entrando cosi’ nel territorio di un mercato orso, sulle speculazioni che la tenuta a freno del mercato real estate si fara’ sentire sugli utili delle societa’. Marc Faber, l’investitore Usa che vive ad Honk Kong che e’ short sulla Cina, lo scorso 3 maggio ha sostenuto che l’economia cinese andra’ a gambe all’aria entro un anno con azionario e prezzi delle materie prime in calo, segno che la bolla immobiliare sta per esplodere.