Alert asta Spagna: raddoppiano i rendimenti

25 Gennaio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Domanda sostenuta ma rendimenti raddoppiati all’asta spagnola di titoli di Stato. L’offerta di titoli a tre mesi ha registrato una domanda superiore di oltre 5 volte l’offerta di 944 milioni con un rendimento schizzato all’1,80% dal precedente 0,98. Dinamica analoga sui titoli a sei mesi. La richiesta ha coperto la domanda di oltre 5 volte (1,3 miliardi l’importo assegnato) mentre i rendimenti sono aumentati al 2,59% dal precedente 1,80%.

La notizia appena arrivata non fa altro che aumentare i timori sulla Spagna, acuiti già nella giornata di ieri, quando si è messo sotto i riflettori il balzo dei tassi di interesse sui prestiti. Tutto questo mentre Madrid ha
chiesto alle proprie casse di risparmio, l’anello debole del sistema bancario spagnolo, di incrementare i requisiti di capitale Tier 1 all’8% per avere una maggiore protezione e aumentare al contempo la fiducia del sistema finanziario.

Il “caso Spagna” ormai è noto a tutti, come a tutti è noto l’anello debole della sua finanza, rappresentato dalle cajas, ovvero dalle sue casse di risparmio. Tanto che lo scorso 14 gennaio El Confidencial ha scritto che il paese si sta preparando a iniettare in esse un capitale che potrebbe essere di 30 miliardi ma arrivare anche a 80 miliardi.

Non è un caso che oggi Madrid si confermi la maglia nera dei listini azionari del Vecchio Continente: i titoli bancari, in particolare, tornano ad affossare il listino, con il rinnovarsi dei timori sul futuro del sistema finanziario iberico.