Al via nuovi incentivi

22 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Sotto a chi tocca perchè il 3 Novembre, come regolato dal decreto firmato ieri dal ministro per lo Sviluppo economico Paolo Romani, verranno sbloccati i primi 110 milioni di Euro di fondi inutilizzati dei 300 stanziati secondo la legge 73 del 2010. Finora i settori che hanno beneficiato degli incentivi secondo la suddetta legge hanno visto, chi più e chi meno, eroso il proprio plafond in poco tempo, come il caso dei motocicli. Altri invece hanno visto inutilizzato il proprio bacino di risorse disponibili, come gli inverter e le applicazioni ad alta efficienza industriale. Adesso il ministro Romani ha deciso di far confluire tutte le risorse disponibili in un unico fondo al quale potranno attingere nuovamente tutti i settori. Inizieranno ad attingere a questo fondo i settori dei motocicli, della nautica e delle macchine agricole, ma anche i settori che stavano per finire i fondi avranno nuovi margini di intervento, quindi ne potranno usufruire la banda larga (che gia aveva utilizzato quasi tutti i fondi a disposizione e, probabilmente, il settore delle cucine, al limite dell’utilizzo del 90%. Sta quindi per iniziare la corsa agli incentivi e quelli più richiesti “mangeranno” le risorse per gli altri. Presumibilmente i più richiesti saranno quelli destinati ai motorini che la scorsa primavera bruciarono più di 10 milioni dei 12 milioni stanziati, in tre settimane. La quota della nautica superò nello stesso periodo i 12 milioni in due settimane, ma poi impiegò due mesi per esaurire la totale disponibilità di 20 milioni. Pressante la richiesta anche per le macchine agricole, attestate a quota 16 milioni di euro sui 20 disponibili, nel giro di un mese. Vedremo questa volta che tempo di vita avranno i 110 milioni resi disponibili per decreto, tenendo conto che alla corsa parteciperanno cucine componibili ed elettrodomestici che da sole hanno inciso già per oltre 90 milioni sui 300 precedentemente stanziati.