AL VIA IN CINA LA RIVOLUZIONE DEI CELLULARI “SOLARI”

29 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 29 giu – Il primo telefonino che si autoalimenta con l’energia solare sta per arrivare nei negozi cinesi. Se avrà successo, sarà distribuito poi in tutto il mondo. La strategia di vendita dell’innovativo modello S116 è stata decisa dall’azienda che lo produce, la cinese Hi-Tech Wealth. Il rivoluzionario cellulare “ecologista” è in ogni caso già ampiamente illustrato su Web, nonostante il suo brevetto sia segreto. Ecco le sue caratteristiche tecniche. Si tratta di un GSM dual band dotato di una fotocamera da 1,3 Megapixel. Il suo requisito originale è la capacità di funzionare con qualsiasi fonte luminosa, anche minima: per ricaricarsi potrà usare anche la luce fioca di una candela, di un lampadario, o di una giornata nuvolosa. Dopo un uso di 40 minuti, per conversare, mandare sms e scattare foto, richiede un’ora di esposizione ad una fonte di luce. Il suo prezzo si aggira sui 500 dollari, equivalenti a circa 385 euro.