Al via Cimelio, la piattaforma italiana che realizza cimeli digitali

7 Agosto 2022, di Gianmarco Carriol

Si chiama Cimelio, ed è una piattaforma innovativa che punta a rivoluzionare il concetto di eccellenza digitale grazie alla collaborazione con alcuni tra i nomi più noti dell’arte, della moda, dello sport e del lusso. Ideato da Apeiron Technologies, società che vanta collaborazioni con l’ex calciatore Franco Baresi e il critico d’arte Vittorio Sgarbi, Cimelio non è solo un marketplace, ma una vera e propria rivoluzione nel panorama degli NFT.

Nell’ultimo anno l’interesse del pubblico nei confronti degli NFT è esploso, culminando nella vendita nel marzo 2021 di un NFT chiamato “Everydays: The First 5000 Days” per 69 milioni di dollari alla casa d’aste Christie’s. Da quel momento sono nati diversi marketplace NFT, ma poco diversi gli uni dagli altri. Ed è qui che Cimelio punta a differenziarsi. Come spiega Francesco Biacchi, co-fondatore, assieme ad Alessandro Tentoni, di Cimelio:

Non si tratta dell’ennesimo marketplace dedicato agli NFT, ma di una piattaforma che si prefigge di valorizzare l’arte e l’eccellenza anche nella nuova dimensione digitale. Gli NFT realizzati da Cimelio, come suggerito dal nome, sono veri e propri cimeli digitali curati nei minimi particolari, pensati per trasportare oggetti fisici preziosi e di valore all’interno del mondo virtuale”.

Cosa fa Cimelio

La piattaforma è specializzata nella realizzazione di riproduzioni digitali accurate di oggetti fisici, tra cui opere d’arte e oggetti di valore attraverso sofisticate tecniche di scansione laser e rendering 3D per creare repliche digitali della massima fedeltà e risoluzione. Questi tesori digitali hanno già ricevuto ampi consensi dalla critica. Cimelio, infatti, ha recentemente avuto il privilegio di creare le repliche digitali ufficiali delle sculture di Jucci Ugolotti in mostra al Dubai Expo 2020. “Oltre all’approccio unico alla creazione di NFT -sottolinea Alessandro Tentoni-, Cimelio si distingue anche per il suo focus principale sulla realizzazione di NFT made in Italy nei settori della moda, dell’arte, dello sport e del lusso. Il marketplace sta già avviando collaborazioni per portare nel mondo digitale i capolavori e le eccellenze del nostro Paese. Abbiamo una grande ambizione: vogliamo ridefinire le frontiere del panorama artistico globale, a partire dalle unicità degli asset artistici italiani. E per il futuro, siamo pronti a investire anche in altri settori”.