Al MAXXI di Roma tributo a Steve Jobs, il genio della Apple

3 Ottobre 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Anche se verra’ ricordato per aver cambiato con le sue invenzioni le nostre abitudini e il modo con cui interagiamo con le nuove tecnologie, Steve Jobs rimarra’ sempre impresso nella memoria per i suoi aforismi celebri e messaggi motivazionali.

Indimenticabile il discorso all’Universita’ di Stanford, con quel “siate affamati, siate folli” che e’ diventato un po’ il simbolo della sua vita. Jobs non ha mai finito l’universita’ e le prime idee le ha partorite in un garage con l’amico ingegnere Steve Wozniak, il vero ‘braccio destro’ dei primi successi del fondatore di Apple ed ex numero uno di Pixar.

Ebbene, a un anno dalla sua scomparsa, avvenuta prematuramente all’eta’ di 56 anni, Roma potra’ rivivere la carriera di questo ‘genio irrequieto’ dei computer e dei dispositivi portatili elettronici, a cui la fondazione MAXXI dedichera’ un’intera giornata, grazie all’organizzazione di Euroforum.

Leggi anche:
MORTO STEVE JOBS: UN VERO GENIO, LEADER VISIONARIO DI APPLE

Riparte infatti la serie di appuntamenti di ContempraneaMente, che nella prima parte dell’anno ha visto protagonisti Michele Campanella, Francesca Archibugi, Niccolò Ammaniti, Stefano Bollani e Giovanni Minoli.

“A TRIBUTE TO STEVE JOBS” sarà una manifestazione indipendente – si legge in un comunicato – “non collegata a Apple, che attraverso filmati, interviste e racconti personali celebrerà uno degli uomini di questa generazione tra i più influenti del pianeta, una figura dal grande carisma che con la sua creatività ha rivoluzionato il mondo contemporaneo”.

L’evento vedra’ la partecipazione del ministro della pubblica amministrazione Giuseppe Patroni Griffi, del preisidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti e di giornalisti ed esperti di comunicazione, marketing e nuovi media, riuniti “per raccontare Jobs da prospettive diverse, proporre al pubblico le loro analisi, ricordi e aneddoti”.

Sul palco dell’Auditorium del MAXXI un mega schermo proietterà la vita di Steve Jobs attraverso i racconti delle sue passioni, della sua creatività, del contesto culturale in cui è cresciuto; saranno inoltre ricordate le sue idee e i sogni che è riuscito a trasformare in realtà.

Tra gli ospiti della serata Marco Cattaneo Direttore di National Geographic Italia e Le Scienze, Aldo Cazzullo editorialista e inviato del Corriere della Sera, Umberto Croppi d.g. Esposizione del Made in Italy e del Design italiano, Carlo Massarini giornalista e conduttore radiotelevisivo, Eugenio Occorsio, giornalista economico di Repubblica, Claudio Strinati Presidente Comitato Scientifico Fondazione Sorgente Group e Massimo Teodori editorialista e docente di storia contemporanea e americana.

Luca Damiani, giornalista e voce storica di RAI Radio3, avrà il compito di “cucire” i filmati, le testimonianze, le esecuzioni musicali e gli interventi degli ospiti. Saranno proiettate le interviste all’esperto della beat
generation Emanuele Bevilacqua, al direttore di Wall Street Italia Luca Ciarrocca, al giornalista Furio Colombo e al direttore de La Stampa Mario Calabresi, raccolte in esclusiva per l’evento da Raffaello Siniscalco.

L’appuntamento e’ per le 19 giovedi’ 4 ottobre al MAXXI, dove dalle ore 11 saranno inoltre esposte 12 famose creazioni di Steve Jobs, dallo storico Apple I, prestato da Marco Boglione presidente di BasicNet, ai rari Next Cube e Macintosh 128K.