AIR FRANCE: PRIVATIZZAZIONE A TAPPE FORZATE

30 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Seduta in positivo per Air France che a Parigi è in deciso rialzo. Il denaro arriva dopo la decisione del governo transalpino di ridurre la propria quota nel vettore nazionale dal 54,4% al di sotto del 20%.

L’operazione rientra nel programma di privatizzazione delle piu’ grande aziende nazionali ma anche il chiaro intento di portare liquidità nelle casse dello stato francese.

L’annuncio è stato dato lunedì sera a mercati chiusi e Air France potrebbe così diventare la prima compagnia privatizzata dal nuovo governo di centro-destra guidato da Jean-Pierre Raffarin.

Grazie ai successi ottenuti dall’hub Charles de Gaulle, alle porte di Parigi, e all’alleanza con l’americana Delta Air Lines, l’operatore francese è riuscita negli ultimi anni ad imporsi come uno dei vettori migliori in Europa.

L’Eliseo sta lavorando anche sulle possibili dismissioni di Electricite de France, France Telecom, Group Bull, Gaz de France, Renault e European Aeronautic Defense & Space Co.

A Parigi il titolo cresce di oltre il 3% a €14.20.