AIG VENDUTA A PIENE MANI PERDE -11% AL NYSE

11 Febbraio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Il titolo di American International Group (AIG), il piu’ grande gruppo assicurativo del mondo in termini di patrimonio, e’ crollato al New York Stock Exchange dell’11%, cioe’ piu’ di quanto sia mai accaduto a questa azione negli ultimi 20 anni, dopo l’annuncio della compagnia secondo cui gli auditors hanno trovato una “debolezza materiale” nel modo in cui AIG valuta il suo portafoglio a rischio, nel caso specifico il “credit-default swap portfolio”. Lo scrive l’agenzia Bloomberg.

AIG cede il 10,60% a $45.31 a New York, contribuendo ad appesantire l’indice S&P 500. Il mercato teme che il gruppo non abbia contabilizzato nella loro interezza le perdite nei credit default swap, contratti utilizzati dalle società per tutelarsi contro il rischio di credito. In particolare – rileva Bloomberg – secondo alcuni dati pubblicati oggi le perdite sarebbero state di $4.88 miliardi fra ottobre e novembre. A dicembre il gruppo aveva parlato invece di un calo di $1.1 miliardi, in quei due mesi, nel valore dei suoi ‘super senior credit derivatives’. Da un anno a questa parte AIG ha perso un terzo del suo valore di mercato, sui timori che la recessione immobiliare statunitense finisca per intaccare l’utile e gli attivi del gruppo.

Non e’ un mercato per vedove e orfani. E non e’ un mercato per news gratuite. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER