Agenzia cinese Dagong boccia rating Usa

17 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – L’agenzia cinese di rating Dagong, considerata più indipendente rispetto alle tre sorelle Fitch, Standard&Poor’s e Moody’s ha tagliato il rating sul debito degli Stati Uniti da “A” ad “A-“.

La valutazione è la stessa attribuita a Panama, peggiore del giudizio sul Bostwana. Nel motivare la propria deciisione, l’agenzia ha affermato che il governo americana rimane, nonostante l’accordo, sull’orlo di una crisi default che non può essere smorzata nel prossimo futuro”.

“Una crisi del debito porta a una crisi politica, che a sua volta peggiora la crisi del debito”, ha sottolineato Dagong.

Lo spettro del default americano è stato per ora scacciato, con l’accordo in extremis raggiunto tra Repubblicani e Democratici del Congresso Usa. Riapre il governo federale, chiuso dallo scorso 1° ottobre, tetto sul debito innalzato fino al prossimo 7 febbraio.

Ma molte incognite rimangono, e come dimostra anche la performance dei credit default swap (cds) sui Treasuries a 5 anni il rischio default rimane in crescita +50% rispetto a un mese fa appena.