Aedes sigla accordo quadro con Banco Popolare

1 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Aedes ed il Gruppo Banco Popolare, hano sottoscritto un accordo quadro finalizzato alla rimodulazione delle posizioni debitorie in capo a talune società direttamente controllate o partecipate dal Gruppo Aedes. In particolare, per quanto concerne Corso 335 S.r.l., società che detiene l’immobile di via Del Corso 335 a Roma, il Gruppo Banco Popolare manterrà la proprietà dell’immobile già in leasing. Grazie a tale accordo, il Gruppo Aedes beneficerà della restituzione della fidejussione pari a Euro 105 milioni, prestata a garanzia del contratto di leasing finanziario in capo alla società Corso 335 S.r.l.. Per quanto concerne Mariner S.r.l., il Gruppo Aedes cederà al Gruppo Banco Popolare, che ne diventerà socio unico, la propria partecipazione del 50% nella società ad un corrispettivo simbolico. Grazie a tale accordo, il Gruppo Aedes otterrà la restituzione della fidejussione per Euro 35 milioni, a suo tempo prestata a garanzia del contratto di leasing finanziario in capo a Mariner S.r.l., e conseguirà un immediato beneficio di cassa di circa Euro 1 milione derivante dall’incasso di crediti commerciali vantati dal Gruppo Aedes verso la società. Il Gruppo Aedes continuerà inoltre ad erogare servizi di asset management e gestione amministrativa per la durata massima di anni 4, e riceverà un mandato per la commercializzazione dell’immobile. L’accordo prevede, inoltre, il riconoscimento al Gruppo Aedes di eventuali benefici economici in relazione alla valorizzazione dell’immobile nei prossimi 4 anni. All’interno dell’accordo quadro generale tra le parti rientra, infine, anche la ristrutturazione del debito in capo a Turati Properties S.r.l., società detenuta al 100% dal Gruppo Aedes, attraverso un piano di riscadenziamento di durata superiore ai 10 anni. Tale accordo permetterà al Gruppo Aedes di potenziare il processo di valorizzazione dell’immobile ritenuto core per l’azienda. La restituzione delle fidejussioni di cui sopra (per complessivi Euro 140 milioni) consentirà inoltre di ridurre, in misura rilevante, la necessità di ricorrere ad una eventuale operazione di aumento di capitale in favore dei creditori garantiti, tutelando in tal modo anche gli interessi degli azionisti dell’azienda. Con l’accordo raggiunto, il Gruppo Aedes ridurrà di oltre Euro 70 milioni il proprio indebitamento pro-quota in società partecipate.