ADR, rimosso rischio estinzione anticipata swap

18 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nella mattinata odierna sono stati firmati gli accordi per la sostituzione di Ambac Financial Services quale controparte swap per la copertura dal rischio cambio e di tasso d’interesse della tranche obbligazionaria di 215 milioni di sterline emessa nel 2003 dal veicolo Romulus Finance S.r.l. ed avente scadenza nel 2023 nell’ambito della struttura del debito a medio lungo termine di ADR S.p.A.. E’ quanto si apprende da un comunicato emesso da Gemina. Ambac Financial Services aveva perso lo scorso 13 aprile 2009 l’idoneità di controparte swap per effetto del downgrading da parte di Moody’s esponendo così Romulus (e ADR) al rischio di estinzione anticipata nel caso di ulteriori evoluzioni negative della controparte. La sostituzione è stata concordata da Ambac Financial Services con le nuove controparti swap Unicredit Mediocredito Centrale S.p.A. e Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A. in base alle migliori condizioni di mercato a seguito di un articolato processo competitivo gestito con il supporto degli advisors Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A. e The Royal Bank of Scotland e al quale sono state invitate le principali banche domestiche e internazionali. Per ADR e Romulus Finance viene garantito un subentro a pari condizioni e termini rispetto alla precedente struttura contrattuale. Attraverso questa operazione è stato rimosso il rischio di potenziali impatti finanziari connessi ad una eventuale estinzione anticipata dello swap senza oneri e costi per ADR.