Addio Province. Forza Italia: “E’ un golpe”

4 Aprile 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Rush finale in Aula alla Camera per il ddl Delrio sulle province. L’assemblea di Montecitorio ha dato il sì definitivo al provvedimento che le abolisce. Il testo è stato approvato con 260 sì, 158 no e 7 astenuti.

Contro il ddl Delrio hanno votato Fi, M5S, lega, Sel e Fdi. Durante la votazione più volte il capogruppo di Fi Renato Brunetta ha urlato “Golpe! Questo è un golpe! Votiamo compatti no”. Dopo il voto, dai banchi del Pd si è levato un applauso.

”Nessun golpe – replica Delrio a Zapping su Rai 1 – non c’è nessun elemento di verità” in quanto dice Forza Italia, perché la riforma ”porterà solo semplificazione e risparmio”.

”Loro hanno delle preoccupazioni di tipo politico perchè il centrosinistra ha un sacco di sindaci”.

Con il via libera al provvedimento le Province non vengono cancellate (serve un ddl di riforma costituzionale che ha già ottenuto la procedura d’urgenza per essere esaminato dal Senato) ma riordina le competenze degli enti locali in attesa che le Province vengano appunto soppresse. Arrivano intanto le città metropolitane e le unioni tra Comuni.

“Una riforma vera”. E’ questo il breve commento che il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, scrive su Twitter dopo l’approvazione definitiva, oggi alla Camera, del ddl sulle province. Delrio accompagna al suo commento un link al sito del governo dove, in una serie di slide, è illustrato il provvedimento. (ANSA)