Actavis non incrementa offerta su croata Pliva

20 Settembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Actavis Group hf, gruppo islandese produttore di farmaci generici, non aumenterà l’offerta da 2,5 miliardi di dollari per la croata Pliva, lasciando campo libero a Barr Pharmaceuticals Inc. nell’acquisizione della maggiore casa farmaceutica dell’Europa orientale dopo tre mesi di battaglia. La decisione di Actavis di non alzare l’offerta da 795 kune per azione fa sì che l’offerta da 820 kune lanciata da Barr l’8 settembre sia la più alta. I due gruppi avevano presentato complessivamente sette offerte per conquistare l’azienda di Zagabria. In un comunicato inviato alla borsa di Reykjavik, Actavis dichiara che sta puntando su altri obiettivi. Con Pliva, Barr raggiungerà la dimensione globale richiesta per competere con i colossi dei farmaci generici, come l’israeliana Teva Pharmaceutical Industries Ltd.