ABN Amro chiude in rosso nove mesi per oneri ma sale utile core

19 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – ABN Amro chiude i nove mesi in perdita, ma l’utile core è in crescita, non incorporando gli oneri straordinari. La banca olandese ha riportato un risultato netto negativo di 627 mln di euro, a fronte dell’utile di 352 mln dell’anno prima, dopo aver incorporato oneri da ristrutturazione e vendita di assets per 1,4 mld di euro. Invece, i profitti underlying, che eslcudono le componenti straordinarie ed includono i risultati delle attività core, sono balzati a 768 mln di euro dai 202 mln dell’anno prima. Tale incremento è stato favorito da un aumento del margine da interesse e da minori oneri da svalutazioni. Al 30 settembre, il core Tier 1 ratio era pari aò 10,1%, mentre il Tier 1 ed il total capital ratio in base agli standards di Basilea2 erano rispettivamente al 12,6% ed al 16,6%.