ABB presenta opportunità di crescita al Capital Markets Day (2)

10 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il CFO Michel Demaré ha presentato un breve aggiornamento sull’attuale contesto di business, sottolineando come i trend relativi alla domanda riscontrati nel secondo trimestre rimarranno invariati. “I nostri business a ciclo breve continuano il loro recupero, ma i business a ciclo lungo legati alle infrastrutture devono ancora affrontare incertezze” ha dichiarato Demaré “Il programma di riduzione dei costi del gruppo rimane allineato al piano che prevede una risparmio di 3 miliardi di dollari entro la fine del 2010”. Benchè il margin EBIT del terzo trimestre sia tradizionalmente più debole rispetto a quello del secondo trimestre a causa di un diverso mix di business, ABB prevede che i ricavi del terzo trimestre 2010 in valute locali e il margine EBIT “rettificato delle operazioni su derivati” e costi di ristrutturazione saranno più elevati di quelli ottenuti nello stesso trimestre del 2009. Nel medio periodo, gli interventi di natura politica legati alla riduzione delle emissioni di CO2 continueranno a guidare la domanda di energie rinnovabili. Cio’ nonostante, la necessità di integrare fonti energetiche come l’eolico e il solare nell’attuale rete elettrica, rappresenta una sfida significativa, sia dal punto di vista economico che tecnologico. Peter Leupp, responsabile mondiale della divisione Power Systems, ha descritto come il gruppo sia in grado di dare una risposta a queste problematiche grazie alle sue competenze nell’area della trasmissione in corrente alternata e continua, alle soluzioni tecnologiche e di automazione per la gestione delle reti e, sempre più, allo stoccaggio dell’energia. ABB ha inoltre sottolineato la strategia di crescita della divisione Discrete Automation and Motion che è stata creata all’inizio del 2010 come parte del processo di riallineamento del business legato all’automazione volto a rispondere sempre meglio alle opportunità di crescita future. Il responsabile della divisione Ulrich Spiesshofer ha presentato gli obiettivi di crescita delle sue quote in un mercato che vale 100 miliardi di dollari e che prevede incrementi del 5-10 percento all’anno. Inoltre, il gruppo ha descritto come sta rispondendo alla crescente domanda di soluzioni sia per l’energia che per l’automazione nei mercati delle infrastrutture, parlando di un buon potenziale di crescita a lungo termine nelle energie rinnovabili, nei trasporti e nell’acqua, nelle smart grids e nei centri dati. Focalizzandosi su questi settori con soluzioni integrate che si basano sulle tecnologie per l’energia e l’automazione, ABB intende giocare un ruolo di leadership nel lungo periodo, ha aggiunto Brice Kock, responsabile del team Customer and Market Solutions.