A Milano la moda non festeggia Burberry, peggio gioielleria

16 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – I conti di Burberry non infiammano il settore della moda, nonostante siano apparsi piuttosto buoni. La catena di abbigliamento inglese ha riportato utili e ricavi in forte crescita, confermando discrete previsioni per l’anno in corso. Tuttavia, il titolo Burberry viaggia a Londra in calo dello 0,3%, mentre l’indice World Luxuruy cede lo 0,23%. A Milano le grandi case italiane della moda viaggiano a due velocità, con Safilo che retrocede dello 0,4% e AEFFE in vantaggio dello 0,78%. Non fanno meglio il settore delle calzature, con Tod’s che perde lo 0,67%, e degli accessori, con Luxottica che lima lo 0,24%. Seduta più difficile per il settore della gioielleria, che vede Bulgari e Damiani scivolare rispettivamente del 2,3% e del 3,4%.