A BUSH LA MEDAGLIA DELL’ ITALIAN LEGION OF MERIT

3 Giugno 2006, di Redazione Wall Street Italia

(ANSA) – Gli piace vestire italiano e gli piace moltissimo visitare l’Italia, Paese di
cui è soprattutto innamorata sua figlia Barbara: sono le confidenze che il
presidente degli Stati Uniti George W. Bush ha ieri fatto, ricevendo la medaglia
d’oro della American Society of the Italian Legions of Merit. Accolta nello
Studio Ovale, la delegazione della società era guidata dal presidente Dominic
Massaro e dal presidente del Board Lucio Caputo, che è anche presidente del
Gei, il Gruppo esponenti italiano di cui fanno parte rappresentanti della
comunità degli affari italo-americana, e dell’Italian Wine and Food Institute.

Con loro c’erano Laurence Auriana, presidente della Columbus Citizens
Foundation, Steven Acurto, editore de Il Cavaliere, la rivista della Società, Bob
Mesa, presidente della Sons of Italy Foundation, Dominich Frinzi, presidente dell’
Italian Bar Association, Aeleen Sarey, presidente delle Italian-American
Women, e RoseMarie Gallina, segretaria della Società.
Una medaglia analoga era stata consegnata, l’anno scorso, al presidente della
Repubblica italiana Carlo Azeglio Ciampi, nel 40.o anniversario della
fondazione della Società.

Ricevuta la medaglia d’oro, il presidente Bush ha trattenuto la delegazione
per 25 minuti, esprimendo ammirazione e amicizia per l’Italia e avendo parole
di elogio e apprezzamento per l’ambasciatore degli Usa in Italia Ronald Spogli.

Caputo gli ha raccontato di essere stato fra gli ultimi a uscire dalla Torri
Gemelle del World Trade Center, dove aveva il suo ufficio, prima del loro
crollo, l’11 Settembre 2001.

Quando qualcuno ha provato a sollecitarlo su temi politici, come la riforma
del Consiglio di Sicurezza dell’Onu e l’ampliamento dei membri permanenti,
Bush – riferiscono membri della delegazione – ha ricordato la posizione
americana, che bisogna cominciare a rendere più efficienti le Nazioni Unite, prima di
pensare alla composizione del Consiglio di Sicurezza (ANSA).